Gnocco

Gnocco

per 6 persone

Quanto di più semplice può produrre la cucina. Un pane sfizioso, per accompagnare salumi e formaggi; ideale per spuntini e merende.
Da non confondere con la pasta a base di farina e patate lessate; anche nella dizione si diversificano, secondo il gergo locale: quindi diciamo il gnocco fritto, i gnocchi fritti.
Per la pasta:
kg 1 di farina
g 100 di lievito di birra
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
latte
sale

Per la cottura:
strutto

Sulla spianatoia disponete la farina, al centro della quale versate il lievito (appena stemperato in acqua tiepida), l'olio, pochissimo latte e l'acqua necessaria, poca alla volta, per ottenere un impasto liscio e piuttosto elastico; fatelo riposare per qualche ora coperto e nei pressi di una fonte di calore.

Riprendete l'amalgama, con il matterello spianate la sfoglia sottile (circa 1,5 m); con la speronella o ruota dentata ritagliate tanti riquadri (o losanghe) non troppo grandi, quindi tuffate i gnocchi nello strutto bollente, per friggerli.

Scolateli quando sono dorati e rigonfiano, asciugateli su fogli di carta assorbente e serviteli caldi.

Varianti

C'è chi usa intridere la farina con acqua gassata, oppure con una puntina di bicarbonato o lievito per dolci (al posto del lievito di birra).

Altri mettono nell'impasto un uovo.

L'olio si può sostituire con una noce di strutto.

BlinkListblogmarksdel.icio.usdiggFarkfeedmelinksFurlLinkaGoGoNewsVineNetvouzRedditYahooMyWebFacebook

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License